Unioni civili – Cognome comune – Modifiche della scheda anagrafica – Esclusione

    CORTE COSTITUZIONALE – SENTENZA 22 novembre 2018, n. 212
    La natura paritaria e flessibile della disciplina del cognome comune da utilizzare durante l’unione civile e la facoltà di stabilirne la collocazione accanto a quello originario – anche in mancanza di modifiche della scheda anagrafica – costituiscono garanzia adeguata dell’identità della coppia unita civilmente e della sua visibilità nella sfera delle relazioni sociali in cui essa si trova ad esistere