PIAO – Piano integrato di attività e organizzazione – Regolamento

    DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 24 giugno 2022, n. 81 

    Regolamento recante individuazione degli adempimenti relativi ai Piani assorbiti dal Piano integrato di attività e organizzazione

                       IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
     
      Visti gli articoli 87 e 117 della Costituzione; 
      Vista  la  legge  23  agosto  1988,  n.  400,  recante  «Disciplina
    dell'attivita'  di  Governo  e  ordinamento  della   Presidenza   del
    Consiglio dei ministri» e, in particolare, l'articolo 17, comma 2; 
      Visto il decreto  legislativo  30  luglio  1999,  n.  300,  recante
    «Riforma dell'organizzazione del Governo, a  norma  dell'articolo  11
    della legge 15 marzo 1997, n. 59»; 
      Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante  «Norme
    generali  sull'ordinamento   del   lavoro   alle   dipendenze   delle
    amministrazioni pubbliche»; 
      Visto il decreto-legge  9  giugno  2021,  n.  80,  convertito,  con
    modificazioni, dalla legge 6 agosto 2021,  n.  113,  recante  «Misure
    urgenti per il rafforzamento  della  capacita'  amministrativa  delle
    pubbliche  amministrazioni  funzionale   all'attuazione   del   Piano
    nazionale di ripresa e resilienza (PNRR)  e  per  l'efficienza  della
    giustizia»; 
      Visto,  in  particolare,  l'articolo  6,  comma   5,   del   citato
    decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80,  convertito,  con  modificazioni,
    dalla legge 6 agosto 2021, n. 113, che prevede che, con  uno  o  piu'
    decreti  del  Presidente   della   Repubblica,   emanati   ai   sensi
    dell'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, previa
    intesa in sede di Conferenza unificata,  ai  sensi  dell'articolo  9,
    comma 2, del decreto  legislativo  28  agosto  1997,  n.  281,  siano
    individuati e abrogati gli adempimenti relativi  ai  piani  assorbiti
    dal Piano integrato di attivita' e organizzazione; 
      Vista la deliberazione  preliminare  del  Consiglio  dei  ministri,
    adottata nella riunione del 29 dicembre 2021; 
      Acquisita l'intesa della Conferenza unificata nella  seduta  del  9
    febbraio 2022; 
      Udito il parere del  Consiglio  di  Stato  espresso  dalla  sezione
    consultiva per gli atti normativi nell'adunanza dell'8 febbraio e del
    17 febbraio 2022; 
      Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni  della  Camera  dei
    deputati e del Senato della Repubblica; 
      Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri,  adottata  nella
    riunione del 26 maggio 2022; 
      Sulla proposta del Presidente del  Consiglio  dei  ministri  e  del
    Ministro per la pubblica amministrazione; 
     
                                    Emana 
                          il seguente regolamento: 
     
                                   Art. 1  
    Individuazione  di  adempimenti  assorbiti  dal  Piano  integrato  di
                         attivita' e organizzazione 
     
      1. Ai sensi di  quanto  previsto  dall'articolo  6,  comma  1,  del
    decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80,  convertito,  con  modificazioni,
    dalla legge 6 agosto 2021, n. 113, per le  amministrazioni  pubbliche
    di cui all'articolo 1, comma 2,  del  decreto  legislativo  30  marzo
    2001, n. 165, con piu' di cinquanta dipendenti,  sono  soppressi,  in
    quanto assorbiti  nelle  apposite  sezioni  del  Piano  integrato  di
    attivita' e organizzazione (PIAO), gli adempimenti inerenti ai  piani
    di cui alle seguenti disposizioni: 
        a) articolo 6, commi 1, 4 (Piano dei fabbisogni) e 6, e  articoli
    60-bis  (Piano  delle  azioni  concrete)  e   60-ter,   del   decreto
    legislativo 30 marzo 2001, n. 165; 
        b) articolo 2, comma 594, lettera a),  della  legge  24  dicembre
    2007, n. 244 (Piano per  razionalizzare  l'utilizzo  delle  dotazioni
    strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di  lavoro
    nell'automazione d'ufficio); 
        c) articolo 10,  commi  1,  lettera  a),  e  1-ter,  del  decreto
    legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 (Piano della performance); 
        d) articolo 1, commi 5, lettera a) e 60, lettera a), della  legge
    6 novembre 2012, n. 190 (Piano di prevenzione della corruzione); 
        e) articolo 14, comma 1, della legge 7 agosto 2015, n. 124 (Piano
    organizzativo del lavoro agile); 
        f) articolo 48, comma 1, del decreto legislativo 11 aprile  2006,
    n. 198 (Piani di azioni positive). 
      2. Per le amministrazioni tenute alla redazione del PIAO,  tutti  i
    richiami ai piani individuati al comma  1  sono  da  intendersi  come
    riferiti alla corrispondente sezione del PIAO. 
      3. Le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma 2, del
    decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, con non piu' di  cinquanta
    dipendenti sono tenute al rispetto degli  adempimenti  stabiliti  nel
    decreto  del  Ministro  della   pubblica   amministrazione   di   cui
    all'articolo 6, comma 6, del decreto-legge n. 80 del 2021. 
      4. All'articolo 169, comma 3-bis, del decreto legislativo 18 agosto
    2000, n. 267, il terzo periodo e' soppresso. 
    
                                   Art. 2  
                        Disposizioni di coordinamento 
     
      1. Per gli enti locali di cui all'articolo 2, comma 1, del  decreto
    legislativo 18 agosto  2000,  n.  267,  il  piano  dettagliato  degli
    obiettivi di cui all'articolo 108,  comma  1,  del  medesimo  decreto
    legislativo e il piano della performance di cui all'articolo  10  del
    decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, sono assorbiti nel PIAO. 
      2. Ai fini di cui all'articolo 35, comma 4, del decreto legislativo
    30 marzo 2001, n.  165,  le  amministrazioni,  anche  ad  ordinamento
    autonomo, le agenzie  e  gli  enti  pubblici  non  economici  statali
    inviano il piano dei fabbisogni di cui all'articolo  6  del  medesimo
    decreto legislativo ovvero la corrispondente  sezione  del  PIAO,  al
    Ministero  dell'economia  e  delle  finanze  -   Dipartimento   della
    Ragioneria generale dello  Stato  per  le  necessarie  verifiche  sui
    relativi dati. 
    
                                   Art. 3  
                                Monitoraggio 
     
      1. Al fine di individuare ulteriori adempimenti  incompatibili  con
    il PIAO, il Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del
    Consiglio dei ministri e, per la disciplina sulla  prevenzione  della
    corruzione e per la trasparenza, l'Autorita' nazionale anticorruzione
    effettuano,  con  le  risorse  umane,   finanziarie   e   strumentali
    disponibili a legislazione vigente e senza nuovi o ulteriori oneri  a
    carico  della  finanza   pubblica,   un'attivita'   di   monitoraggio
    sull'effettiva utilita' degli adempimenti  richiesti  dai  piani  non
    inclusi nel PIAO. 
      2. All'esito dell'attivita' di monitoraggio di cui al comma 1, e ai
    sensi dell'articolo 6, comma 5, del decreto-legge n. 80 del 2021,  si
    provvede alla  individuazione  di  eventuali  ulteriori  disposizioni
    incompatibili con la disciplina di cui allo stesso articolo 6. 
      Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserito
    nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
    italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
    osservare. 
        Dato a Roma, addi' 24 giugno 2022 
    
    

    DMPIAO – Contenuti – Schema tipo – Modalità semplificate per enti con meno di 50 dipendenti

    (in attesa di pubblicazione in G.U.)