Indennità amministratori – Misura – Criterio di calcolo – Popolazione residente

    CORTE DEI CONTI, SEZ. CONTROLLO PIEMONTE – PARERE 12 settembre 2018, n. 94
    Per l’individuazione del criterio di calcolo della misura delle indennità degli amministratori degli enti locali si deve far riferimento al criterio della popolazione residente, secondo gli indici ISTAT, calcolato sulla base delle risultanze del penultimo esercizio antecedente quello in corso, ai sensi del disposto dell’art. 156, comma 2, del TUEL. Detto criterio dinamico appare preferibile rispetto a quello statico delle risultanze dell’ultimo censimento (art. 37, comma 4, TUEL), in quanto, conformemente all’indirizzo della giurisprudenza contabile, si tratta di scelta che rapporta le indennità di funzione ad una popolazione intesa in senso dinamico che tiene anche conto delle fluttuazioni stagionali della popolazione, individuata in base agli aggiornamenti statistici più recenti e non semplicemente ad un dato limitato e statico, così come quello espresso dall’ultimo censimento