Assunzione vigili stagionali – Limiti alla spesa di personale temporaneo o con rapporto di lavoro flessibile

    CORTE DEI CONTI, SEZ. CONTR. CAMPANIA – PARERE 4 aprile 2018, n. 54
    La Sezione richiama sia la disciplina relativa all’assunzione dei vigili stagionali (art. 208 d.lgs 285/1992 che individua una specifica fonte di finanziamento di tale tipologia di assunzione; art 9 co.28 d.l. 78/2010 conv. dalla l. 122/2010 che fissa un limite generale di spesa per le assunzioni a tempo determinato, individuando espressamente talune esclusioni; art 5 d.l. 78/2015 conv dalla l. 125/2015 che introduce una disciplina speciale per il transito del personale di polizia provinciale negli enti locali) sia la delibera n. 11/2012 delle Sezioni riunite in sede di controllo che la delibera n.2/2015/QMIG della Sezione delle Autonomie. Le Sezioni Riunite ribadiscono che i limiti alla spesa per i contratti del personale temporaneo o con rapporto di lavoro flessibile, introdotti dall’art. 9, co. 28, d.l. n. 78/2010 costituiscono principi di “coordinamento della finanza pubblica” nei confronti degli enti di autonomia territoriale, cui gli stessi sono tenuti a conformarsi direttamente. La Sezione delle Autonomie con particolare riguardo al settimo periodo del co. 28, inserito dall’art.11, co. 4-bis d.l. n. 90/2014, chiariscono che gli enti rispettosi della riduzione della spesa di personale ex co. 557 e 562 l. n. 296/2006, seppur esclusi dall’applicazione del limite del 50 per cento, “ricadono inevitabilmente in quello – comunque più favorevole – del 100 per cento della spesa sostenuta nel 2009″. In tale occasione, la ratio dell’esclusione dal rigore per le situazioni aventi esigenze premiali, ammessa dalla norma, si risolve, necessariamente, in una disciplina di favore (100 per cento della spesa sostenuta nel 2009 per le medesime finalità), pur senza arrivare allo svincolo da qualsiasi limite”. In virtù del raffigurato quadro normativo e giurisprudenziale, il Collegio ritiene che non sia possibile per l’ente locale procedere alle assunzioni a tempo determinato a carattere stagionale degli agenti di polizia locale, mediante l’utilizzo delle risorse ex art. 208 comma 5 bis del Codice della strada da destinare al personale di polizia locale, derogando il limite di spesa di cui al comma 557, art. 1 della legge 296/2006”.